UN PO' DI STORIA

TENNIS IN CARROZZINA TORINO E PIEMONTE:MARGHERITA VIGLIANO E PAOLA MAGLIOLA RACCONTANO

                                                            foto di Antonella Conti

"
Il tennis in carrozzina ha fatto i suoi primi passi in Piemonte al seguito di “Sport Senza Barriere”, una manifestazione itinerante in 10 appuntamenti, voluta dalla Amministrazione Provinciale di Vercelli che si svolgeva ogni anno dal 1992, organizzata da Paola Magliola della Polisportiva Handicap Biellese per far conoscere i diversi sport praticati dai disabili. Ogni appuntamento sportivo veniva filmato e condensato in una "cassetta" che veniva inviata ogni anno a tutte la scuole della provincia di Vercelli.
Già nelle edizioni di S.S.B. del 1994, del 1995 e del 1996 venne inserito nel programma il Tennis in carrozzina praticato da atleti di altre regioni e di alto livello (Porciani, ad esempio, il N° 1 di allora). Gli atleti che avevano dimostrato interesse venivano a vedere, ma il Tennis non decollava. L'unico risultato ottenuto fu l'abbattimento delle barriere architettoniche nel Circolo Tennis ospitante.
Ed a Luglio del 1996, in una serata del Panathlon, al Circolo tennis di Biella venne fuori il problema: come far " partire" il tennis in carrozzina? Il Maestro Gallo, Presidente del Collegio diede i riferimenti dei maestri del Piemonte, Paola Magliola dovette ottenere l'estemporaneo finanziamento dalla Provincia di Vercelli, (il Capitolo di S.S.B. 96 era già stato chiuso) e l'inoltro dell'invito a tutti i maestri della F.I.T, in Piemonte.
Furono invitati i Maestri di tennis in carrozzina e i migliori atleti della squadra italiana di allora ed un gruppo di atleti della UICEP Torino (squadra di basket in serie A) che avevano espresso a Paola Magliola la voglia di conoscere questo sport, non ancora praticato in Piemonte. A quella giornata c'era anche Margherita Vigliano. E tutto ebbe inizio"  (Paola Magliola, dirigente FISD, 8 giugno 2016, intervista realizzata da A.S.D. SportHappenings)


1987
I primi italiani che provano a giocare a tennis in carrozzina sono dei ragazzi paraplegici di Firenze, già giocatori di tennis tavolo: Enrico Rindi, Massimo Porciani, Alessio Focardi e Silvano Biagi. Inizialmente increduli della possibilità di praticare il tennis ne rimangono così entusiasti da dedicarsi sempre più a questo gioco, creando dal nulla e con una diffusione rapida il movimento del tennis in carrozzina italiano.
1995 A Brescia si disputarono i primi Campionati Italiani a squadre vinti dal G.S.Ha. Toscana (Porciani, Rindi, Biagi, Rovai), vs Sport Insieme Livorno (Rigolo, Franchi, Calamai).
1997 Anche in Piemonte, un gruppo di giocatori di basket in carrozzina esprime il desiderio di provare il tennis. Paola Magliola, dirigente della F.I.S.D. (Federazione Italiana Sport Disabili), cerca un tecnico disposto ad insegnare i colpi fondamentali. Organizza a Vercelli in collaborazione con l'A.I.T. (Associazione Insegnanti Tennis) e la Provincia di Vercelli una giornata dedicata al tennis in carrozzina. L'incontro con Margherita Vigliano, esperta maestra FIT, favorisce la formazione del primo gruppo di tennisti piemontesi, facente capo all'associazione U.I.C.E.P. dando così agli appassionati giocatori la possibilità di realizzare il loro desiderio.
1998-2011 Mentre a Torino ventisei tennisti si allenano costantemente, nel resto del Piemonte altri gruppi si dedicano al tennis: a Cuneo ( Ass. P.A.S.S.O.), a Biella (TC Sandigliano), a Novara ( Sempione 82), ad Asti (Le Ali e Volare).
2000 A Cuneo l'associazione “Passo” organizza la prima edizione del Trofeo Alpi del Mare: il tennis in carrozzina internazionale sbarca in Piemonte.
2000  La collaborazione tra FISD Piemonte, USPTR e CSAIn fa sì che Steve Welch, n°1 al mondo del tennis in carrozzina, accetti l'invito a tenere dei corsi per giocatori e tecnici al circolo Rivoli 2000 il 29-30 settembre.
Leggiamo sui giornali: "Margherita Vigliano la brava ed attiva maestra piemontese professional PTR si è nuovamente impegnata per organizzare uno stage con il campione di tennis in carrozzina Steve Welch medaglia d'argento alle Olimpiadi di Sydney e più volte il numero uno del ranking mondiale...Un grande successo del weekend a Torino con il campione americano di tennis su sedia rotelle: più di 100 tra giocatori e tecnici a seguire le lezioni e l'esibizione con Fabian Mazzei..."
 

   
in alto Steve Welch, in basso a sinistra Fabian Mazzei, a destra Margherita Vigliano e Gian Luca
Vignali

2001
La squadra U.I.C.E.P. ( Pilan, Verzeroli, Miele, capitano Margherita Vigliano) vince il titolo italiano a squadre battendo i più esperti toscani dello Sport Insieme Livorno (Rigolo, Polidori, Rindi). Ma la U.I.C.E.P. con una squadra di basket impegnata in A1, non trovando fondi sufficienti per entrambi gli sport, si vede costretta a rinunciare al tennis.
2002 I tennisti, sempre più numerosi, ed il loro tecnico, Margherita Vigliano, si tesserano per la nuova associazione torinese, Sportdipiù. Proprio la squadra di Sportdipiù, formata da Massimiliano Pilan, Pietro Mazzei e Vincenzo Miele vince nel 2003 i campionati italiani a squadre portando per la seconda volta il titolo italiano in Piemonte.
2003 Debutta a Torino il Trofeo della Mole, nuovo evento internazionale di tennis in carrozzina che, come il Trofeo Alpi del Mare di Cuneo, porta a Torino molti tra i più forti giocatori al mondo.  Organizzato fino al 2016, data in cui ha una pausa d' arresto.
2005 Nel frattempo le piemontesi Silvia De Maria e Stefania Galletti, prime donne a giocare in Italia il tennis in carrozzina, vengono avviate al tennis da Margherita Vigliano: nasce così la Nazionale femminile, a cui presto si uniscono Marianna Lauro, di Alghero e Monica Quassinti di Pisa.
2005-2009 A Margherita Vigliano viene conferito dal CIP l'incarico dapprima di tecnico della Nazionale femminile (2005) e poi di quella maschile (2006 -febbraio 2009).
2006 “Il mio sogno era dare la possibilità ad un atleta in carrozzina di diventare insegnante di tennis” dice Margherita Vigliano, che ne parla con Roberto Lombardi, allora direttore della scuola nazionale maestri FIT. Pietro Mazzei diventa il primo istruttore di tennis in carrozzina FIT in Italia, agli internazionali d' Italia viene introdotta la prima esibizione, ai corsi per insegnanti FIT il tennis in carrozzina diventa materia di studio ed i disabili vengono ammessi: i due mondi si uniscono.
2007 Nel settore juniores i risultati non mancano è il piemontese Ivan Lion ad essere due volte campione d' Italia juniores per poi divenire n. 2 in Italia nel 2013.
2009 Margherita Vigliano lascia a Pietro Mazzei la conduzione tecnica di Sport di Più per inseguire un altro sogno: “ Era ora di passare dalla promozione all' agonismo”, ecco l' Accademia Wheelchair Tennis realizzata allo Sport Village Bertolla con A.S.D. Sport Happenings.
2014 A.S.D. Sport Happenings organizza il Campionato Italiano a Squadre a Torino, presso il circolo Le Pleiadi, dal 30 luglio al 30 agosto, con la novità che i punti varranno anche per il ranking nazionale individuale.
2015 La Federazione Italiana Tennis rinnova l' organizzazione dei Campionati Italiani a Squadre di Tennis in carrozzina all' A.S.D. Sport Happenings: l' evento si disputa presso il circolo Monviso dal 30 luglio al 2 agosto, appuntamento di alto livello che insieme all' ormai classico trofeo della Mole, rassegna internazionale dal montepremi di 16.000 euro che si svolge dal 3 all' 8 agosto vede impegnati per 6 giorni i protagonisti di una delle discipline più spettacolari nel mondo dello sport per disabili, trasformando Torino in un centro di "diffusione di questa disciplina sportiva sempre più importante.
2016 I Campionati Assoluti Individuali BNL organizzati da A.S.D. Spotrhappenings si svolgono al Monviso Sporting Club
2016 1° Circuito di tennis integrato "WE CAN TOUR" giocano coppie formate da un giocatore in piedi ed uno seduto
2016 L' Accademia Wheelchair Tennis trasferisce la sua  sede al Monviso Sporting Club, storico circolo piemontese.
Cerca
Contattaci!
Tel. 366 415 40 22
info@sporthappenings.it

Iscriviti alla newsletter


 A.S.D. Sport Happenings © (2014) - P. Iva 10394280019  Corso Moncalieri, 506/35 - 10133 Torino - Tel. +39 366 415 4022 - info@sporthappenings.it